La chirurgia del naso, più comunemente nota come rinoplastica, consente di modificare l’estetica del naso eliminando difetti legati alla sua forma e alla sua dimensione. Quando l’intervento è volto anche a correggere la funzionalità respiratoria non si parla più di rinoplastica ma di rinosettoplastica.

PER UN NASO PERFETTO

Un naso con narici troppo dilatate, non proporzionato ai lineamenti del viso, con una punta eccessivamente lunga o troppo corta, può a volte divenire causa di disagio ed imbarazzo. La chirurgia plastica offre a tal proposito un intervento mirato a migliorare l’estetica del naso e quindi dell’intero volto. La rinoplastica può infatti interessare:

  • Il gibbo
  • Il setto nasale
  • La punta
  • Le narici
  • La columella

COME SI SVOLGE L’OPERAZIONE

L’intervento di rinoplastica viene condotto in anestesia locale con specifica sedazione (solo in alcuni casi si opta per la generale), tramite tecniche chirurgiche che includono l'utilizzo del laser e non particolarmente invasive.  Scopo dell’operazione è modificare l’aspetto del naso intervenendo sullo scheletro osseo e/o cartilagineoLa durata dell'intervento può variare dai 20 ai 40 minuti, a seconda della tecnica chirurgica utilizzata e l’entità del problema estetico.

LE TECNICHE CHIRURGICHE

Per questa tipologia di intervento, il chirurgo può decidere tra diverse tecniche operatorie.

Rinoplastica chiusaViene condotta praticando delle piccole incisioni all'interno del naso, attraverso le quali, con gli appositi strumenti, si interviene sulla componente cartilaginea ed ossea dello scheletro nasale.

La rinoplastica apertaLa rinoplastica aperta si svolge invece incidendo la cute della columella a fondo del naso e cambiando dall’esterno la cartilagine della punta e il dorso nasale. Questa tecnica è una netta variante della rinoplastica chiusa e rispetto ad essa è certamente più complessa, e comporta un prolungamento dell’intervento, nonché la presenza di una piccola cicatrice.

Rinoplastica con o senza tamponiAl termine dell'intervento chirurgico, i tamponi vengono introdotti nelle fosse nasali per favorire l'emostasi e per sostenere in sede i frammenti di cartilagine operati. La loro rimozione è prevista a distanza di uno o due giorni dall'intervento.

In alternativa, si può optare per la colla di fibrina, che sostituisce i tamponi dal punto di vista funzionale, e differentemente dalla prima tecnica, permette di respirare dal naso fin dal termine dell'intervento. L'unica medicazione protettiva e visibile consta in una placchetta in metallo disposta sul naso e mantenuta da un cerotto.

Rinoplastica non chirurgicaQuesta tecnica prevede il rimodellamento estetico del naso senza ricorrere al tradizionale intervento chirurgico. La rinoplastica è svolta utilizzando un filler iniettato nel tessuto sottocutaneo del naso, che riempie le parti marcatamente in difetto a livello della punta. Il risultato con questa tecnica non è però definitivo. I vantaggi di questa tecnica sono però altri: innanzitutto, il trauma è praticamente inesistente, il trattamento dura in media solo 15 minuti. Inoltre è possibile tornare da subito alle proprie attività.

IL POST-INTERVENTO

Nel periodo post-operatorio, intorno al naso e alle palpebre si potrebbero presentare piccoli rigonfiamenti con edemi che spariranno entro 1 o 2 settimane. Per un breve arco di tempo il paziente continuerà ad avere la placchetta metallica sul naso applicata al termine dell’intervento. Alla rimozione dello stesso, naso apparirà complessivamente un po’gonfio. Per il primo mese è consigliato evitare di poggiare direttamente gli occhiali sul dorso del naso (una piccola garza potrebbe essere sufficiente), evitare di svolgere attività "pericolose" che possano arrecare traumi al naso.

EVENTUALI RISCHI

I rischi legati alla rinoplastica non sono molti e inoltre sono piuttosto rari e risolvibili. Irregolarità, asimmetrie o mancato miglioramento dei problemi respiratori, possono essere risolti ricorrendo ad un secondo intervento chirurgico o nel caso di infezione, sanguinamento ed ematoma il chirurgo provvederà alla prescrizione di medicinali.

 

Nel centro di chirurgia estetica Firenze del Medico Roberto Bertoloni, per l'intervento di rinoplastica vengono utilizzati esclusivamente materiale certificato, garantendo al futuro paziente che ci si sottopone la massima tranquillità e trasparenza.

 

 

Dott. Roberto Bertoloni