Il melanoma, meglio conosciuto come “neo”, è un tumore benigno della pelle, che si presenta in diverse forme, aspetti e colori. Esso si forma  in seguito ad un accumulo di melanociti.  Questi ultimi sono delle cellule epiteliali, responsabili della sua colorazione; producono melanina, che stimolata dai raggi solari, consente l’abbronzatura della pelle.

TIPI DI NEI

Esistono diversi tipi di nei:

  • NEI MELANOCITICI, ossia alterazioni cutanee, presenti dalla nascita o sopraggiunti in seguito, di colore variabile (dal marrone chiaro al nero), dalla forma piatta o rialzata. Essi si classificano in nove tipi: lentiggini,nei melanocitici acquisiti piani, nei di Miescher, nei di Unna, nei melanocitici congeniti, nei di Spitz e nei di Reed, macchia mongolica, nei di Ota e nei di Ito, nei blu.
  • NEI VASCOLARI, ossia gli angiomi e tutte quelle macchie di colore rosso o violaceo, causati dalla presenza di sangue nei vasi che li costituiscono.
  • NEI DERMICI, ossia lesioni della cute, generate dalle cellule dell’ectoderma. Essi si distinguono in: nei sebacei, nei verrucosi, nei follicolari.

LASERTERAPIA

In presenza di un neo, è opportuno rivolgersi al medico, il quale eseguirà una “mappatura dei nei”, verificando se è opportuno rimuoverloPer evitare una rimozione chirurgica, si può optare per la laserterapia, la quale, mediante laser di vario tipo, agisce sulla zona dove è presente il neo, rimuovendolo o schiarendolo, a seconda dei casi. Viene innanzitutto applicata una crema anestetizzante o somministrata un’anestesia locale, poi si procede mediante l’utilizzo della luce pulsata, che investe la zona da trattare, vaporizzando l’acqua contenuta nelle cellule. In questo modo, con un breve posizionamento del laser sul neo, si evita di surriscaldare o addirittura danneggiare i tessuti limitrofi, provocando una sottile crosticina, che in breve tempo si distaccherà spontaneamente.

VANTAGGI LASERTERAPIA

Questo tipo di intervento consente innanzitutto di evitare sanguinamenti, rispetto ad un’ intervento chirurgico che utilizzi incisioni col bisturi, in quanto il laser immediatamente coagula i vasi sanguigni; previene la formazione di cicatrici; è efficace anche dal punto di vista igienico e della sicurezza, in quanto la luce pulsata investe il neo a debita distanza, evitando che il laser abbia contatti diretti con la pelle. Infine è una procedura molto rapida soprattutto nella guarigione, che non comporta convalescenza o dolore. I risultati sono eccellenti e garantiti nel tempo.

EVENTUALI RISCHI

Molto raramente, nella zona trattata, possono generarsi degli arrossamenti o eritemi, che scompaiono dopo circa 20 giorni. In questi casi è opportuno applicare sulla parte creme lenitive. Talvolta possono formarsi vesciche o croste, che scompaiono dopo circa 10 giorni. Per curarle è consigliabile l’utilizzo di medicazioni cicatrizzanti e disinfettanti.

 

Nel centro di medicina estetica Firenze del Medico Roberto Bertoloni, per il trattamento di laserterapia per nei  vengono utilizzati esclusivamente materiale certificato, garantendo al futuro paziente che ci si sottopone la massima tranquillità e trasparenza.

Dott. Roberto Bertoloni