Le macchie della pelle sono il risultato di un anomalo funzionamento dei melanociti che con il passare del tempo producono una errata quantità e distribuzione di melaninaLe zone del corpo su cui più frequentemente si manifestano sono viso, collo e mani con gradazioni variate di colore e grandezza. Nella maggiore, le discromie della pelle insorgono in età avanzata, ma non mancano casi in cui il problema si presenti anche in pazienti giovani o in stato di gravidanza. Le macchie infatti possono essere anche risultato di un'anomala funzionalità ormonale, e rientrano in più specifiche malattie come melasma o cloasma gravidico.

 

COME RIMEDIARE AL PROBLEMA

Il problema delle macchie cutanee può essere risolto attraverso particolari trattamenti estetici prodotti della medicina laser. I rimedi cosmetici ed erboristici permettono di prevenire ma non di curare le discromie. Esistono infatti creme specifiche per ridurre il rischio di insorgenza del problema, in particolare si consigliano creme solari protettive del derma e cosmetici non troppo aggressivi. Per eliminarle in via definitiva invece non resta che sottoporsi a trattamenti estetici laser.

 

VISITA PRE-TRATTAMENTO

Le discromie cutanee sono il risultato di fattori molto diversi e allo stesso tempo complessi, di conseguenza è fondamentale la visita pre-trattamento durante la quale il medico potrà fornire la diagnosi corretta e individuare così la cura adatta. Il medico provvederà inoltre ad indicare le condizioni da seguire prima del trattamento. Tra queste è innanzitutto fondamentale ridurre l'esposizione al sole o lampade abbronzanti e l'assunzione di medicinali specifici.

 

LA LASERTERAPIA

La strumentazione prevista per il trattamento medico-estetico delle discromie è il laser con luce pulsata. A seconda del grado di profondità delle macchie, il laser è regolato su un certa frequenza attraverso un macchinario ad esso collegato. La strumento è quindi passato sulle macchie del viso o del corpo e il raggio che emana procede all'eliminazione degli accumuli di melanina. La laserterapia presenta una vastità di tipologie laser (laser Erbium Yag, laser ND YAG,laser Q-SWICHED) per cui a stabilire quale potrà garantire un risultato permanente e soddisfacente per il paziente sarà solo il medico estetico.

Il peeling come alternativa

Come possibile alternativa al trattamento laser, in casi meno incidenti, è consigliato un peeling chimico. Si tratta di una metodologia di cura estetica che utilizza apposite sostanze chimiche su viso e corpo, in grado di regolare le condizioni del derma e nel caso delle macchie di ridurne l'evidenza in superficie. Il peeling però non garantisce risultati permanenti e allo stesso tempo non è in grado di soddisfare pazienti per i quali le macchie sono piuttosto profonde e di entità più aggravata.

 

RISCHI DEL TRATTAMENTO

Un corretto utilizzo del laser non potrebbe in alcun caso comportare problemi al paziente che nella zona tratata potrà avvertire al termine della seduta medica solo un leggero pizzicore. In caso di arrossamento cutaneo costante, potrà essere indicato l'utilizzo di una crema anti-infiammatoria, ma sempre previo controllo medico.

 

 

Nel centro di medicina estetica Firenze del Medico Roberto Bertoloni, per il trattamento di laserterapia per macchie della pelle vengono utilizzati esclusivamente materiale certificato, garantendo al futuro paziente che ci si sottopone la massima tranquillità e trasparenza.

 

Dott. Roberto Bertoloni