Il cheloide è una cicatrice ipertrofica, dall’aspetto molto sgradevole, che si presenta come una sorta di cordone dalla superficie molto liscia e lucida. In particolare esso corrisponde ad una crescita anomala del tessuto fibroso, quando i fibroblasti si sviluppano in maniera inconsueta, moltiplicandosi, ingrandendo il volume del tessuto cicatriziale. Si forma tendenzialmente sul petto e sulla spalle ed in seguito ad un trauma o in seguito ad un intervento chirurgico. Inoltre esso compare generalmente nella fase adolescenziale o durante la gravidanza. Le cause di questo tipo di cicatrice dipendono da una predisposizione genetica o ad una cattiva guarigione. Oltre a provocare più o meno gravi disagi psicologici, dato il suo aspetto antiestetico, talvolta genera fastidi di diversa entità, come prurito o dolore, spontaneo o indotto.

 

LASERTERAPIA

La laserterapia risulta essere la tecnica di intervento più efficace per curare questo inestetismoSi comincia anestetizzando la parte dove si è formato il cheloideSi procede poi con il laser, che investe la cicatrice e tenta di ammorbidirla. Contemporaneamente si inietta cortisone, mediante infiltrazioni sotto pelle; in seguito si agisce nuovamente con la luce pulsata, la quale elimina la vascolarizzazione della parte e tende a schiarirla, visto che si presenta con un colore molto più intenso rispetto a quello naturale della pelle. Per questo particolare caso di inestetismo, la laserterapia prevede che il paziente si sottoponga a diverse sedute del trattamento, con diverse scansioni di tempo, affinché si raggiungano gli obiettivi prefissati. Nei giorni successivi è necessario disinfettare ed idratare la parte accuratamente.

 

VANTAGGI LASERTERAPIA

I vantaggi di questo tipo di trattamento sono  svariati: essi riguardano innanzitutto la durata dell’intervento, che richiede tempi ridotti nel praticarlo e nella fase di guarigione post operatoria; l’utilizzo del laser evita sanguinamenti, in quanto il raggio ultra pulsato non solo è efficace a rimuovere questa cicatrice anomala, ma, simultaneamente, cauterizza anche i vasi sanguigni; è una tecnica molto poco invasiva. Inoltre il laser garantisce un’elevata precisione d’intervento, in quanto colpisce la parte da rimuovere in maniera mirata, senza provocare ustioni o danneggiamenti dei tessuti circostanti. Infine il suo utilizzo è vantaggioso anche per motivi di igiene e sicurezza, in quanto il laser è tenuto a debita distanza dal cheloide, evitando il contatto diretto con questo ed agendo fino allo strato di derma da rimuovere, impedendo di provocare ustioni e di ostacolare il raggiungimento dei risultati sperati.

 

 

Nel centro di medicina estetica Firenze del Medico Roberto Bertoloni, per il trattamento di laserterapia per cicatrici cheloidi  vengono utilizzati esclusivamente materiale certificato, garantendo al futuro paziente che ci si sottopone la massima tranquillità e trasparenza.

 

Dott. Roberto Bertoloni