Spesso la persona che si rivolge ad un chirurgo estetico manifesta un disagio per un difetto fisico, ma in particolare esprime il desiderio di potersi mostrare, a se stessi ed agli altri, per quella che è la propria immagine "vera" e non per l'immagine "falsa" che quel difetto ci attribuisce. Ma qual'è la vera immagine di una persona, ovvero come desidera apparire e che risultati si attende da un intervento di chirurgia plastica ed estetica?

 

Talvolta infetti viene richiesto un intervento per assomigliare ad un'attrice famosa o ad un'altra persona che viene presa come modello, dimenticando che tutte le pazienti ed i pazienti non sono uguali, e quindi difficilmente possono corrispondere ad essi dei canoni di bellezza "standard" o presi come esempio da personaggi famosi. Ciò che dovrebbe contare veramente per ciascun paziente, perchè possa essere felice dell'intervento e del risultato raggiunto, è il concetto dell'armonia.

 

Ovvero qualunque intervento di chirurgia estetica dovrebbe innanzi tutto tenere presente il corpo, le forme, e le proporzioni di ogni singola paziente, in modo che il risultato finale dell'intervento risulti perfettamente in armonia con la persona, a tal punto che gli altri con difficoltà potrebbero accorgersi che si è sottoposta ad intervento. Ad esempio, non è possibile immaginare un naso perfetto che stia bene sul volto di ciascuno, perchè ognuno di noi ha forme e proporzioni differenti, e spesso si potrebbe correre il rischio di avere un naso fin troppo "perfetto" da risultare chiaramente opera di un chirurgo ovvero come si dice in genere "rifatto".

 

Lo stesso esempio vale per molti dei distretti corporei sui quali può agire il chirurgo estetico, e le discrepanze si notano sempre per una mancaza di armonia, essendo l'armonia una delle componenti più importanti della bellezza, sia del corpo che della mente.

 

Certo, i canoni della bellezza possono cambiare nel corso degli anni, spesso sono legati a mode o correnti di pensiero, ma il concetto vero di bellezza lo si può esprimere attraverso l'armonia delle forme e delle proporzioni, che va ben oltre l'effimero passaggio di una moda o di un periodo, ma rimane come indice di misura della vera bellezza personale.

Dott. Roberto Bertoloni